La BP investe in AdWords

La British Petroil ha investito in Google AdWords (e non solo) per contrastare l’impatto sulla sua reputazione delle notizie relative alla perdita di petrolio che sta inquinando le coste degli Stati Uniti.

Qualcuno ritiene che avrebbero dovuto attendere la riparazione del danno. C’è chi dice che non avrebbero dovuto pensare alla loro reputazione, prima di aver messo a posto le cose.
Francamente penso invece che abbiano fatto bene. Del resto ogni giorno escono nuove notizie, nuovi commenti, sull’increscioso incidente. Mi sembra che l’azienda si stia muovendo correttamente nel far sentire la propria voce. In un mondo conversazionale è legittimo che l’ufficio stampa della BP voglia dire la sua, dando agli utenti un luogo in cui poter sentire il parere e le informazioni direttamente dall’azienda.
Se non avessero fatto nulla, qualcuno starebbe parlando del fatto che non hanno avuto cura della loro reputazione digitale.
Ma, a parte qualsiasi giudizio che si può dare su questa azione di “recovery” credo che nessuno vorrebbe essere nei panni di chi sta prendendo queste decisioni. Di fatto stanno realizzando un interessantissimo case history in condizioni veramente difficili.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *