Il villaggio e la piazza

Il tema della “digital reputation” è scottante e richiederebbe un intervento legislativo a livello nazionale e comunitario finalizzato a ridisegnare i confini della privacy e della riservatezza. Come prima riflessione sul tema, si può rilevare che nelle forme di espressione del Web – socialnetwork, blog, forum di discussione, mailinglist, chatroom – c’è “qualcosa di nuovo, anzi d’antico”. L'”antico” è il villaggio, i minimi termini di una comunità di persone che decidono di condividere una porzione della loro vita individuale. La piazza è allora il centro del villaggio e la via principale il canale che la alimenta. Tutti sapevano tutto di tutti nel villaggio, la notizia correva di bocca in bocca, spesso ingigantendosi con particolari. La Rete è il villaggio contemporaneo e i suoi strumenti di espressione sono l’equivalente della “piazza” e del corso principale”. In questo contesto la digital reputation nulla innova rispetto a quella che un tempo era la “fama”. Nessuno costringe nessuno: le notizie, i dati e le informazioni sono liberamente immesse e altrettanto liberamente circolano, sono apprese emodificate. Ecco questo è il punto di partenza per ogni discussione serena priva di pregiudizi: nessuno è obbligato a usare determinati strumenti diespressione allo stesso modo che nessuno è obbligato a girare in piazza né tantomeno a raccontare di sé al primo che incontra.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *